DETENZIONE E TRASPORTO DI ARMI AD USO SPORTIVO

regolamento per l’esecuzione del Testo Unico

Art. 45

Per gli effetti dell’art. 30 della legge, sono considerate armi gli strumenti da punta e da taglio la cui destinazione naturale è l’offesa alla persona, come pugnali, stiletti e simili.

(omissis…)

Art. 80

Sono considerati strumenti da punta e da taglio atti ad offendere, che non possono portarsi senza giustificato motivo a norma dell’art. 42 della legge, i coltelli e le forbici con lama eccedente i quattro centimetri, le roncole, i ronchetti, i rasoi, i punteruoli, le lesine, le scuri, i potaioli, le falci, i falcetti, gli scalpelli, i compassi, i chiodi e, in genere, gli strumenti da punta e da taglio indicati nel secondo comma dell’art. 45 del Regolamento.

Non sono tuttavia da comprendersi fra detti strumenti: i coletlli acuminati o con apice tagliente la cui lama, pur eccedente i quattro centimetri, non superi i centimetri sei, purchè il manico non ecceda in lunghezza i centimetri otto e sia in possesso di millimetri nove di spessore per una sola lama e tre millimetri in più per ogni lama affiancata; i coltelli e le forbici non acuminati o con apice non tagliente la cui lama, pur eccedendo i quattro centimetri, non superi i dieci centimetri di lunghezza. Non sono considerate armi, per effetto dello stesso art. 45., gli strumenti da punta e da taglio che, pur potendo occasionalmente servire all’offesa, hanno una specifica e diversa destinazione, come gli strumenti da lavoro e quelli destinati ad uso domestico, agricolo, scientifico, sportivo, industriale e simili.

PERTANTO GLI STRUMENTI SPORTIVI DESTINATI ALLE ARTI MARZIALI (USO SPORTIVO) QUALI SPADE, SCIABOLE, BASTONI, COLTELLI ECC. NON SONO CONSIDERATI ARMI E QUINDI NON SONO SOTTOPOSTI ALLA DISCIPLINA VIGENTE SULLE ARMI E CIOE’ VENDITA, DETENZIONE E TRASPORTO.

In ogni caso il trasporto dei suddetti strumenti sarebbe opportuno che fosse accompagnato da apposita tessera o dichiarazione rilasciate dalle società sportive di appartenenza che comprovino la effettiva condizione di praticante di Arti Marziali e che le armi in oggetto siano custodite riposte, durante il trasporto, nei contenitori specifici (porta armi).

————————————————————————–

A questo si può aggiungere che per quanto appreso dalle informazioni ricevute in merito al trasporto di altre armi per altri usi sportivi (coltelli e fucili subacquei, archi e frecce, balestre ecc.), conta molto anche la difficile acessibilità dell’arma trasportata che sta direttamente a dimostrare come sia impossibile, pur volendo, un uso tempestivo della stessa la quale diviene quindi disponibile all’uso solo dopo una serie di operazioni che ne ostacolano palesemente il pronto utilizzo (accesso al portabagagli dell’auto, spostmento di altri bagagli, apertura del lucchetto del porta-armi, scioglimento dei lacci del fodero interno.)